Blog

10 consigli per migliorare il riposo e prevenire le allergie

GLI ALLERGENI SONO OVUNQUE… anche in camera da letto!

materasso

Vi risvegliate con il naso che cola?

Lacrimazione degli occhi?

Gola irritata?

Se la risposta è si, è abbastanza probabile che siate stati esposti ad agenti o sostanze che stanno causando una reazione allergica. Per fortuna, ci sono alcuni prodotti e soluzioni o semplici consigli da seguire, che possono migliorare molto, se non addirittura risolvere definitivamente questo problema e rendere le condizioni del vostro riposo ottimali.

3 CONSIGLI UTILI

  • 1. L’aria – Utilizzate un purificatore d’aria durante la notte per filtrare l’aria nella camera da letto. Il purificatore d’aria catturerà particelle e gas presenti che possono causare irritazione in caso di inalazione.
  • 2. L’umidità – E ‘altrettanto importante mantenere un livello di umidità ideale all’interno della vostra casa. L’aria troppo secca può causare irritazione alla gola, tuttavia, l’aria troppo umida porterà alla crescita di muffe e funghi (due allergeni molto comuni). Il livello di umidità relativa ottimale per la salute e il comfort è tra il 40-50%. Utilizzare un umidificatore per aggiungere umidità o un deumidificatore per ridurne la percentuale.
  • 3. La pulizia – consiglio ovvio… Mantenere la propria camera ordinata e pulita gioca un ruolo enorme nella battaglia contro gli allergeni.

I PRODOTTI E LE SOLUZIONI CHE AIUTANO LA PREVENZIONE SULLE ALLERGIE

Affrontiamo ora il discorso relativo ai prodotti e alle soluzioni che possiamo utilizzare per ridurre le allergie notturne. Parliamo di biancheria da utilizzare, del tipo di materasso e di guanciale etc...Seguendo questi suggerimenti riuscirete sicuramente a riposare tranquillamente e meglio.

  • 1. IL MATERASSO

    Ovviamente il nostro giaciglio rappresenta il primo dei punti da considerare, abbiamo tutti estremo bisogno del sonno ristoratore, ritemprante di energie, di benessere...Le tecnologie costruttive odierne e i nuovi materiali a disposizione offrono oggi quello che fino a qualche decennio fa era impensabile…Anche nel campo della prevenzione delle allergie abbiamo finalmente un valido aiuto soprattutto nei materassi memory, materiale che non favorisce il deposito della polvere e la conseguente proliferazione di acari: è però sbagliato pensare di aver risolto il problema dell’allergia solo con l’utilizzo di questo tipo di materassi.


  • 2. COPERTINE ANTIACARO DELLA POLVERE

    Gli acari della polvere prosperano dentro biancheria da letto perché è un ambiente caldo e umido con una fonte di cibo abbondante. Per ottenere una barriera efficace contro gli allergeni degli acari della polvere, la soluzione di base è utilizzare tessuti o trame con una dimensione bassissima dei pori, con valori che non devono superare i 6 micron (Gli acari della polvere sono circa 10 micron, ma le loro feci e le particelle possono essere molto più piccole.) Quindi se si desidera una protezione impenetrabile che vi protegga dal respirare gli allergeni durante il sonno bisognerà scegliere tessuti di questo tipo, se siete sensibili ai materiali sintetici o vi preoccupate della traspirabilità o del confort optate per tessuti in cotone 100% o in cotone organico.


  • 3. COPERTE E TRAPUNTE

    Prestare particolare attenzione a coperte, trapunte e piumini, le fibre utilizzate per questi prodotti infatti offrono un ambiente perfetto per la proliferazione di acari, muffe ed altri allergeni. E cosa peggiore, alcune di queste fibre non sono facilmente pulibili. E’ preferibile quindi optare per tessuti naturalmente antiallergici, come la seta o il cotone o fibre sintetiche a trama molto fitta e facilmente lavabili in lavatrice.


  • 4. CUSCINI IPOALLERGENICI

    Scegliere il giusto cuscino non solo assicura un sonno confortevole ma permette anche un risveglio migliore. Senza naso chiuso, gola irritata o prurito agli occhi. Anche per il cuscino ipoallergenico valgono i consigli e le stesse regole di base quindi materiali naturali (come il guanciale in fibra) o sintetici a trama molto fitta, oppure affidatevi al lattice naturale (materiale particolarmente resistente alla polvere, agli acari, alle muffe e ai batteri.



  • 5. FEDERE E COPRIPIUMINI

    Anche se questi prodotti non hanno riempimento (essendo realizzati con tessuti a trama unica) possono comunque offrire terreno fertile per i microorganismi (ricordiamo infatti che parliamo a volte di animaletti molto piccoli). Il tessuto di cui è composto quindi deve essere in grado di resistere sia agli allergeni ma anche permettere i frequenti lavaggi necessari per rimuoverli. Si consiglia dunque il cotone, il cotone organico, la fibra di bambù o oppure la seta.

    Certo la seta è un eccellente ipoallergenico, ma è anche un materiale secco, non propriamente confortevole ed ha dei costi veramente alti,trattandosi di un tessuto lussuoso e pregiato. Concludiamo infine di lavare tutte le lenzuola con un detergente specifico espressamente progettato per neutralizzare e rimuovere in modo sicuro ed efficace tutti gli allergeni ambientali a qualsiasi temperatura di lavaggio.


  • 6. SEMPLIFICATE LA VOSTRA CAMERA DA LETTO

    Cercate di evitare di accumulare in camera da letto tutto cuscini e coperte extra, peluche, ecc , finireste solo col fornire più possibilità agli allergeni di proliferare. Teniamo quindi la camera per il riposo quanto più semplice è possibile eliminando tutto ciò che risulta estraneo (valutate, mi raccomando, anche la presenza di tendaggi…).


  • 7. GLI ANIMALI DOMESTICI? FUORI DALLA CAMERA!

    Amiamo il nostro cane o gatto… ma possono essere la causa la causa di reazioni allergiche, mal di testa, naso chiuso e prurito agli occhi, dedicare un posto isolato per il periodo in cui riposate è la soluzione igienica migliore sia per voi che per loro.


CONFIGURA IL TUO MATERASSO

configuratore