Blog

La Cromoterapia: i benefici per il riposo

Come riposare bene grazie alla Cromoterapia

Che colore hanno le pareti della vostra camera da letto?

È vero che possono influire positivamente o negativamente sulla qualità del nostro riposo?

cromoterapiaÈ un'affermazione esatta quest’ultima, poiché alcune tonalità di colore riescono ad avere un influenza indiretta sul nostro umore e quindi, giacchè ne parliamo riferendoci al luogo dove solitamente ci ritiriamo per riposare, possono incidere sulla qualità del nostro sonno.

Sicuramente, qualche volta la tentazione di decorare la nostra camera da letto dipingendola magari con un bel rosso vivo, un arancione o un blu elettrico (magari sotto il pressing del nostro partner…) anche se in fondo in fondo un’altra vocina ci consigliava qualcosa di “più morbido”.

Inconsapevolmente proprio in questo frangente quello che facciamo è seguire i semplici principi alla base della cromoterapia!

Cos’è la Cromoterapia e come si applica nella camera da letto?

La cromoterapia è una medicina alternativa che fa uso dei colori come terapia per la cura di alcuni disturbi.

L’utilizzo dei colori è normalmente regolato da principi comuni, analoghi a quelli che portano a scegliere il colore dell’abito da indossare o la tinta delle pareti di casa per abbinarli a una determinata personalità e favorire o contrastare un certo stato d’animo.

Secondo la cromoterapia, i colori aiuterebbero il corpo e la psiche a ritrovare il loro naturale equilibrio, e avrebbero effetti fisici e psichici in grado di stimolare il corpo e calmare certi sintomi.

La cromoterapia è un metodo che utilizza diverse combinazioni di colori come agenti terapeutici, che potrebbe essere applicato a una vasta gamma di situazioni, può estendere il suo utilizzo, dalla semplice regolazione di stati d’animo, alla correzione presunta anomalie più complesse.

Cromoterapia Ambientale

Tra le tecniche note in cromoterapia (che specificando meglio utilizza diverse combinazioni di colori come veri e propri agenti terapeutici, applicabili a una vasta gamma di situazioni, dalla semplice regolazione di stati d’animo, alla correzione presunta anomalie più complesse), si segnala l’uso di vernici per ambienti tali da creare contrasti di colore o combinazioni di colori, la meglio conosciuta come "cromoterapia ambientale".

L’efficacia di questa tecnica in realtà è contestata dalla comunità scientifica, poiché non esistono ad oggi studi clinici approfonditi o statistiche di conferma, ma in ogni caso i suoi principi non utilizzano o si basano su terapie farmacologiche che seppur minime sarebbero comunque intrusive, bensì su consigli semplici da seguire e collegati al benessere ambientale e all’armonia nella nostra vita quotidiana, per non parlare di questioni puramente estetiche.

Come applicare la regole della Cromoterapia negli ambienti di casa

Applicare le regole della cromoterapia nelle nostre case è molto semplice e dopo questa breve introduzione possiamo segnalare la classificazione più semplice e più diffusa dei colori:

  • colori freddi
  • colori caldi

Nei colori freddi troviamo la gamma dei viola, dei blu e dei verdi, le sensazioni che rilasciano ci portano verso la pace, la solitudine, il rilassamento, la riflessione … ecc

In questa linea è possibile specificare:

  • Il Verde: rappresenta l’equilibrio, la speranza e la freschezza. Trasmette il rilassamento, la stabilità e la crescita.
  • Il Blu simboleggia la stabilità, la saggezza e il riposo. Come anche la fedeltà, la serietà e l’armonia.
  • Il Viola: indica eleganza, serenità e maturità. Ci fa sentire creativi, romantici e sensuali.

Nei colori caldi troviamo invece la gamma di rossi, gialli e arancioni, che ci trasmettono vitalità, felicità ma possono sfociare anche nella nervosità.

  • Il Rosa: ci ricorda la dolcezza, la delicatezza e l’amicizia.
  • Il Rosso: lo sappiamo tutti, vuol dire passione, forza e coraggio. Offre vitalità, emozione e impulsività.
  • Il Giallo: sprigiona energia, gioia e divertimento.

Cromoterapia: quali combinazioni di colore utilizzare

Oltre a questi principi generali, ci sono indicazioni per l’uso dei colori:

Dobbiamo rispettare le combinazioni di colore all’interno di una stessa categoria, perché le sfumature possono fornirci stimoli completamente diversi, per esempio, le tonalità chiare della gamma di colori caldi, forniscono anche sensazioni di delicatezza e rendono le nostre camere da letto più accoglienti.

Chiaramente non dovremmo discutere dei colori in maniera isolata, ma va considerata anche l’intensità degli stessi e il contrasto con gli altri colori.

Ci sono combinazioni di tonalità (per esempio combinare diverse tonalità di verde), simili o combinazioni armoniche (che comprende i colori adiacenti nella combinazione di colori) e contrasti (unire due colori diametralmente opposti nella combinazione di colori), questi ultimi sono raccomandati per esempio in luoghi della casa meno frequentati o dove comunque si soggiorna per tempi molto minori.

Generalmente le tonalità pastello sono le più usate, e risultano particolarmente piacevoli per la maggior parte delle persone, generano pace e ci permettono di introdurre tutti i tipi di texture e contrasti.

Ricordiamoci però che sicuramente la camera più importante è quella destinata al riposo, ed in questa camera che dovremmo maggiormente concentrare i nostri sforzi in modo da renderla il luogo per eccellenza per riposare.

Pertanto, bene venga la cromoterapia anche in questo ambiente ma prestiamo attenzione soprattutto a dotarci di un buon materasso in memory foam, di un buon letto e di un cuscino adatto alle nostre esigenze… il nostro relax è la cosa più importante di tutto alla fine!

CONFIGURA IL TUO MATERASSO

configuratore